11
Aprile
2018

La pochette in pelle bianca

Luminosa e molto sfiziosa, la pochette in pelle bianca è uno degli acquisti consigliati per questa primavera/estate. Adatta all’outfit da giorno e da sera, è pratica ed elegante e regala un tocco di classe a chi lo indossa.

Volete cinque buoni motivi per inserire questo accessorio nel vostro guardaroba?

  • Versatilità

La pochette in pelle bianca è versatile e si adatta perfettamente al guardaroba primaverile ed estivo, jeans e top o un abitino fantasia o, ancora, un tubino più serioso.

  • Giovinezza

Conferisce un aspetto sbarazzino e giovanile, pur essendo un accessorio sfizioso, molto chic ed elegante.

  • Disinvoltura

La pochette può contenere tutto il necessario, senza pesare, per accompagnarvi nelle vostre uscite con disinvoltura

  • Profumo

Come tutti gli accessori in pelle, ha un odore acre, così intenso ed unico, un profumo che sa di originalità

  • Morbidezza

La pochette in pelle è morbida, elastica e capiente. Ci sono versioni con più tasche, chiusure con zip o bottone. A voi la scelta!

  • Luminosità

La pelle bianca è di per sé luminosa e dà un tocco di luce a chi la porta.

  • Non è delicata

Come tutti gli accessori in pelle, anche se bianca, è lavabile e resiste bene alle macchie. Una pochette per la vita? Forse no, perché le mode cambiano, ma sappiate che durerà nel tempo.

Etichette:

4
Aprile
2018

Accessorio immancabile: lo zaino in pelle

Resistente e stiloso, ha una marcia in più. Lo zaino in pelle è un immancabile compagno di viaggio per chi ama la praticità e l’eleganza.

Per chi segue la moda, ma non vuole rinunciare alla comodità nel lavoro, a scuola o nel proprio tempo libero, lo zaino in pelle è un accessorio capiente, versatile e adatto a ogni età. Non ce n’è: la vita si consuma con la zaino in spalla!

Per lei

Lo zaino da donna in pelle è di grande attualità e ha decisamente superato la borsa a tracolla. Nero o marrone per la donna classica, colorato o metal per chi vuole essere glam e ama stupire, decorato o fantasia per la donna più ironica e sbarazzina. Nei suoi diversi stili e colori, e nei diversi design, lo zaino in pelle ha una marcia in più e una risposta per tutti i gusti, anche per le donne più esigenti, che non viaggiano mai in leggerezza!

Per lui

Anche l’uomo non rinuncia alla praticità e allo stile dello zaino in pelle, per trasportare a mano o a spalla pc, tablet, documenti e quanto serve per far funzionare la propria routine. La comodità delle tasche, interne o esterne, a seconda dei vari modelli, offre la possibilità di distribuire il contenuto senza impazzire poi nella ricerca delle chiavi o dello smartphone.

Per tutti

Nelle molteplici versioni oggi disponibili – con spalline imbottite, design vintage effetto vissuto o più minimal, fantasia o con cuciture a vista – lo zaino in pelle è un accessorio “cool”, che può far felici tutto, ma proprio tutti. Lo zaino dà la possibilità di avere le mani libere, di correre quando si sta per perdere il treno o la metro, di abbracciare l’amica incontrata per strada, di stringere con disinvoltura la mano al capo nell’uscire dall’ufficio, di portare con sé tutto il necessario senza sentirsi “sbilanciati” e soprattutto di essere fashion, dandosi un tono, in ogni giornata.  Ed è proprio la pelle che dona quel tocco di raffinatezza in più!

Etichette:

28
Marzo
2018

Come capire se una pelle è di qualità?

Quante volte nell’acquistare una borsa, un portafogli o una cintura ci siamo trovati a valutarne la pelle? Come riconoscerne la qualità?

È fondamentale imparare a distinguere il prodotto che vale da quello di scarsa qualità per non farsi fregare e per assicurarsi un accessorio bello, che duri nel tempo. Per questo, ecco sette consigli pratici, che speriamo vi possano tornare utili nella vostra scelta “leather good”.

  • L’occhio vuole la sua parte

Osservate ed esaminate bene il prodotto prima di acquistarlo. Sembra una banalità, ma prima di tutto quel capo o quell’oggetto vi deve convincere visivamente, deve essere nel vostro stile e gusto. Poi entreranno in gioco gli altri sensi, che vi aiuteranno a distinguere la qualità della pelle e a fare la scelta giusta.

  • Lasciarsi guidare dal naso

Avete un buon fiuto? Una cintura o una borsa in pelle hanno un odore particolarissimo, avvolgente e acre; già solo l’odore è quasi un “marchio” di originalità, ben diverso da tutti gli altri materiali. Per le borse di solito si impiegano pelli d’origine animale (soprattutto di bovino), che sono sottoposte a conciatura con prodotti chimici per fermare la decomposizione naturale e garantire la conservazione della pelle. Nel caso dell’ecopelle, l’origine è sempre animale, ma per conciare la pelle si adoperano sostanze naturali, a ridotto impatto ambientale.

  • Toccare per credere

Prendete l’oggetto tra le mani, strofinatene delicatamente la pelle, provate a tirarlo e piegarlo per valutarne la consistenza. Lasciate che siano i vostri polpastrelli a guidarvi. La vera pelle è morbida e malleabile e resiste bene all’usura; si può stropicciare e tirare, ma la forma non ne risentirà.

  • Occhio alle cuciture

Se le cuciture sono fatte a mano risulteranno più resistenti e durature – e il prodotto potrà costare di più, ovviamente, perché l’operazione ha richiesto più tempo – e dal punto di vista estetico l’effetto è più carino delle cuciture fatte a macchina. È anche importante che sia stato usato un filo di qualità per cucire i tagli: i più usati sono i fili di lino, più flessibili di quelli in nylon.

  • Anche il taglio ha la sua importanza

La pelle dovrebbe essere tagliata seguendo la direzione della grana, per garantire più flessibilità all’oggetto ed evitare che col tempo si accumulino grinze o pieghe esteticamente poco gradevoli.

  • Attenzione ai bordi

Per evitare che l’umidità abbia la meglio e possa penetrare all’interno, i bordi devono essere bruniti correttamente, ed è una attenzione che i bravi artigiani solitamente non mancano di dare.

  • Infine, l’etichetta

Il marchio “vera pelle” dovrebbe essere stampato o incollato sull’oggetto, ad attestare la qualità del prodotto “100% vera pelle”. A questo punto, tocca a voi: buona scelta!

Etichette:

21
Marzo
2018

I segreti della lavorazione della pelle

La lavorazione della pelle è una pratica affascinante e molto antica, risale infatti ai tempi della preistoria, quando l’uomo si serviva di tale materiale per coprirsi e far fronte ai bisogni di tutti i giorni. Sumeri, Greci, Etruschi e Romani, tanti popoli ci hanno lasciato testimonianze di come la pelle fosse parte centrale della loro vita e di come queste civiltà la lavorassero e la impiegassero in vari modi.

La pelle, compagna di vita

Possiamo quindi affermare che la pelle sia da sempre una preziosa compagna di vita dell’uomo. Non a caso è una materia prima ricercata e molto usata per realizzare capi di abbigliamento, calzature, borse e altri accessori, persino gioielli. Ma quali sono i segreti per ottenere oggetti di alta qualità, capaci di fare realmente la differenza?

Il segreto per oggetti di qualità

Per ottenere degli oggetti di alta qualità, e che durino nel tempo, sono essenziali due cose:

  • la scelta
  • il taglio del pellame.

Valutati la scelta e il taglio della pelle, essa sarà sottoposta a processi di conservazione tramite disidratazione, con lo scopo di mantenerla in buono, anzi ottimo stato fino a quando si inizieranno le operazioni di concia. La conservazione può avvenire in vari modi: per essicamento in aria su pelli tese, salatura con sale marino denaturato, riclaggio per immersione e follatura in un bagno saturo di sale marino denaturato cui viene aggiunto acido solforico.

Dalla concia alla lavorazione finale

Con il termine concia intendiamo i passaggi a cui si sottopongono le pelli degli animali per renderle imputrescibili e trasformarle in cuoio.

Prima di passare alle operazioni di concia vera e propria, che servono per dare alle pelli maggiore resistenza all’usura, massima impermeabilità all’acqua e massima porosità all’aria e al vapore d’acqua (sudore), si procede alla preparazione, al lavaggio e al rinverdimento della pelle (un trattamento per eliminare le sostanze estranee). I passaggi successivi della lavorazione della pelle sono: la depilazione, la calcinazione e la spaccatura fino ad arrivare alla rifilatura, la decalcinazione, lo sgrassaggio, il piclaggio e il lavaggio. Sono tutte fasi fondamentali per riuscire a ottenere lo spessore voluto e creare così oggetti in pelle di elevata qualità.

Etichette:

14
Marzo
2018

Novità: borsa Luisa

La borsa “Luisa” è una sfiziosa novità a cui sarà ben difficile resistere! Elegante, funzionale, comoda e molto chic, “Luisa” è la borsa perfetta per il lavoro, l’aperitivo, l’uscita con le amiche, insomma per tutte quelle occasioni in cui abbiate bisogno di una borsetta pratica ma di grande stile.

C’è posto per tutto!

La sua capienza la rende la compagna perfetta per le vostre giornate più lunghe, una complice di classe per le vostre missioni impossibili! Portafogli, trousse, agenda, smartphone, chiavi di casa e dell’auto… non dovrete rinunciare a nulla!

Luisa, “la gloriosa combattente”

Il nome Luisa deriva dall’alto tedesco e significa “gloriosa combattente”, ebbene con questa borsa potrete affrontare in maniera trionfale anche le vostre giornale “campali”, portando con voi tutto il necessario, naturalmente con la massima eleganza!

Vi piace l’idea? Allora, non vi resta che scegliere il colore e decidere se preferite portarla a tracolla o a mano, come una vera “city bag”!

Etichette: