14
Ottobre
2021

Diversi tipi di pellami e tonalità

Tutto quello che devi sapere sulla pelle

 

Quali sono i pellami più pregiati? e come riconoscerli?

 

Esistono diverse tipologie di pellame. Il prodotto naturale si differenzia a seconda dell’animale, della destinazione d’uso, della concia o del tipo di colorazione. È un prodotto affascinante che ci ha accompagnato, protetto e tenuto al caldo fin dall’antichità. Utilizzato in numerosi settori; dal design all’industria automobilistica passando per l’abbigliamento, il pellame rappresenta una vera e propria arte che si tramanda da secoli.  

Perché puntare sulla pelle?

La pelle è una materia prima nobile e naturale, utilizzata principalmente nella produzione di scarpe, mobili, interni di automobili, vestiti e borse. Ogni anno vengono prodotte circa 500.000 tonnellate di pelle, l’equivalente di circa 1,5 miliardi di m².

Questo materiale possiede un vantaggio tecnico rispetto ai materiali alternativi: un grammo di pelle ha una superficie interna fino a 300 m², le sue fibre sono ricche di collagene. Pertanto, la pelle ha una grande resistenza allo strappo, all’allungamento e alla flessione, è restia all’invecchiamento e può assorbire fino al 30% di acqua senza “bagnare”.

Può assorbire l’umidità dall’interno e dirigerla verso l’esterno. Isola dal freddo e dal caldo. Nessun sostituto, nessuna pelle sintetica ha così tanti pregi. Soprattutto quando si tratta di scarpe, giacche o guanti, la pelle offre chiaramente un vantaggio ed un comfort senza eguali.

artigiano che lavora la pelle

Le varianti in pelle sono sorprendenti, a seconda della lavorazione del derma abbiamo una consistenza ed un valore diverso: Nabuk, velluto, anilina, semi-anilina, pelle pigmentata, pelle grassa, pelli scamosciate e molto altro.


Animali


Prima di parlare delle caratteristiche dei diversi pellami, passiamo in rassegna le varie tipologie di pelle a partire dall’animale di provenienza:– Agnello: Si tratta di un pellame sottile ma molto resistente, protettivo e isolante, indicato per le giacche invernali. Amato per la sua delicatezza, data da una superficie liscia e setosa. Il suo nome è sinonimo di qualità.
– Montone: La pelle di montone possiede delle caratteristiche simili a quelle del vitello ma è comunque meno nobile. Il vantaggio del montone risiede nel fatto che la sua lana spessa, conferisce alla pelle ancora più resistenza e la rende ancora più calda. È quindi ideale per la creazione di vestiti.
Pelle bovina: liscia e spessa, la pelle bovina non è generalmente un pellame utilizzato per la sua nobiltà, la preferiamo su giacche grezze e maschili, che dovrebbero migliorare naturalmente nel tempo.
Il bufalo: materiale a grana naturale più nobile del suo amico qui sopra, il bufalo rimane relativamente costoso e può assumere molte forme. Solido o flessibile, a seconda dell’uso che se ne vuole fare e del trattamento utilizzato.
Coccodrillo – Aligator: queste sono senza dubbio le pelli esotiche più famose. Sono costose, rare e ricercatissime  dalle grandi industrie di abbigliamento per la realizzazione di scarpe ed accessori


Le diverse varietà di pelle


– Crosta: la crosta è un tipo di pelle molto particolare, in quanto poco lavorata. La conceria non applica alcun primer sulla pelle, in modo da ridurre al minimo il trattamento chimico. Questa tipologia di pelle assorbe facilmente ogni tipo di lavorazione e di colore, ed è particolarmente utilizzata nel settore dell’abbigliamento e degli accessori.

Pelle vegetale: oggi la pelle classica viene conciata in particolare al cromo – il resto dei prodotti costituisce una ricetta generalmente tenuta segreta dalle concerie. Tuttavia, è anche possibile conciarla utilizzando materiali naturali (è più lunga, più costosa e più complicata, ma è possibile), si parla quindi di pelle vegetale. La concia al vegetale è il metodo più antico ed ecologico di trattare la pelle, utilizzato da diversi secoli.
Pelle pieno fiore: Il pieno fiore è lo strato più prezioso e resistente della pelle animale. Questo materiale risulta essere il più naturale della sua categoria e non conosce rivali in fatto di qualità.

Pelle fiore segato: è il derma che è stato trattato per migliorarne la qualità. I benefici sono la sua resistenza, la sua nobiltà e la sua naturalità. Avere un prodotto così grezzo e di così alta qualità è una garanzia di eccezionalità e durata.

 – Nabuk: E’ un tipo di pelle top-grain trattata in modo tale da conferire una sensazione liscia e vellutata.
Pelle scamosciata: Un tipo popolare di pelle che può essere identificato dalle sue superfici sfocate, la pelle scamosciata è comunemente realizzata con pelle crosta.

 – Crosta di cuoio: è la parte inferiore della pelle, la parte meno nobile e la più economica. Viene spesso utilizzato per prodotti entry level di ottima qualità.

Adesso hai tutte le informazioni necessarie per migliorare la qualità dei tuoi acquisti.

Conoscere queste indicazioni da ora in avanti ti permetterà di distinguere un prodotto di qualità da uno che si definisce tale ma che non lo è affatto. 

Noi siamo da sempre dell’idea che la qualità sia meglio della quantità.

7
Ottobre
2021

Borse in pelle di colori diversi

La pelletteria

 

Da dove viene il termine pelletteria? Etimologia e curiosità su questa parola

“La pelletteria, un termine usato in passato per indicare gli articoli in pelle animale, ha oggi diverse connotazioni linguistiche. Nell’epoca attuale, pelletteria, significa molto di più del semplice oggetto in pelle. Come afferma il dizionario web dell’Enciclopedia Universale: il termine comprende anche l’azienda che lo produce, le tecniche utilizzate per realizzarlo, il negozio che lo vende, ecc.
Cosa troviamo nel mondo della pelletteria?
Oggi la pelletteria non si limita a vestiti e tappeti. Ci sono anche scarpe, portafogli, cinture… e soprattutto borse. Sono proprio quest’ultime le più ricercate sul mercato, che da sempre monopolizzano il primo posto sul podio delle tendenze moda. Una borsa in pelle è simbolo di lusso, eleganza, robustezza e nobiltà. Diversi giganti della Fashion Industry si dedicano esclusivamente alla produzione e alla vendita di borse in pelle.

Da dove nasce dunque quest’arte antichissima, che sta acquisendo importanza secolo dopo secolo?


Il Centro nazionale per le risorse testuali e lessicali spiega che la “pelletteria” trae la sua etimologia dalla parola “marocchino” o “pelle di capra”. Il termine ed il saper-fare è stato trasmesso in Europa per mezzo degli spagnoli ,vocabolo che hanno appreso, a loro volta dai mussulmani, veri inventori della nuova pratica: “marroqun”.

La genesi dell’arte della pelletteria

È noto che l’uso di pelli di animali ha radici molto antiche nella storia dell’uomo. La prova è stata data dai ritrovamenti archeologici sul suolo egiziano: pellicce, scarpe, oggetti di uso quotidiano, strumenti musicali… tutto in pelle. E non è tutto. L’uso della pelle animale era una pratica comune anche nell’antica Grecia: Cavalieri e combattenti utilizzavano gambali e spalline in pelle per proteggersi durante le battaglie. Fino ad allora la pelletteria esisteva, ma con discrezione: era una risposta a bisogni primari, tra cui quello di protezione dal freddo e dal nemico in battaglia.

Solo all’inizio del XII secolo iniziò a svilupparsi la lavorazione della pelle, in particolare in Italia e nei paesi del Maghreb. La pelle veniva utilizzata nella produzione di articoli di lusso, comprati e indossati esclusivamente dalla borghesia, unica classe sociale che poteva attingere al prezzo così elevato. Fortunatamente, oggigiorno la pelletteria è accessibile a tutti e può essere acquistata da chiunque lo desideri. 

Il pellettiere: dal modesto lavoratore all’esperto artigiano

Inizialmente un pellettiere era un semplice lavoratore che guadagna a malapena per poter vivere. Ma col tempo la pelletteria acquista importanza, la borghesia e la popolazione benestante adescano sempre di più a questa tendenza, che ben presto divenne “arte”. I nobili del Medioevo decoravano i loro interni con oggetti in pelle, soprattutto con bauli e tappeti. Questo fenomeno continuò a crescere fino al XIII secolo quando la domanda raggiunse l’apice e le pellicce divennero un vero e proprio must-have, ricercato dalla classe media. I pellettieri si trasformarono quindi artigiani e le loro creazioni divennero oggetti del desiderio comune.

La pelletteria come moda e sfarzo

Arriviamo al XVI secolo, dove la pelletteria entra nel glorioso mondo della moda. L’ arte pellettiera diventa indispensabile e nessun outfit si dice possa essere completo senza un accessorio in pelle. Possedere un articolo di pelletteria era una questione di ricchezza, un motivo di vanto e di irreprensibile orgoglio.

Cinture in pelle di colori diversi

Dall’utilità all’estetica

La pelletteria, che fino ad allora aveva soddisfatto solo bisogno di protezione dalle intemperie, divenne anche oggetto di estetica. Per questo motivo una borsa in pelle non solo doveva permettere il trasporto di oggetti, ma doveva anche essere bella ed elegante.


Il battesimo dell’Arte della pelletteria


Fino ad allora, l’arte della lavorazione della pelle non aveva un vero e proprio nome. Fu solo nel 1835 che gli fu attribuito il nome di “pelletteria“. Da quel momento l’industria della pelletteria inizia con grande successo la sua espansione e nel XIX secolo vede emergere i grandi marchi di pelletteria di lusso. Hermès, Louis Vuitton, Lancel ed altre case di moda vedono la luce proprio grazie alla produzione di articoli in pelle pregiata e allo scoccare del XX secolo danno vita all’accessorio in pelle più richiesto al mondo: la borsa.

Pelletteria per tutti e per tutti gli usi
Dopo il suo successo nel mondo della moda, l’arte in questione si espande anche nel settore del Design: sempre più divani, testiere, sedili per auto di lusso sono realizzati con pelle esclusiva e ricercata. Grazie alla durezza di questo materiale è possibile preservare nel tempo bellezza ed unicità. Perché la pelle non è solo colore o grana, ma anche morbidezza, consistenza, odore caratteristico e persino arte.

La pelletteria continua oggi ad essere un emblema di eleganza e altissima qualità: borse, scarpe, guanti e accessori in pelle sono sinonimo di innovazione e raffinatezza, risultato di una tradizione artigianale che punta all’eccellenza. 

28
Settembre
2021

Immagine di una borsa bordeaux su sfondo dello stesso colore e foglie gialle

La borsa più giusta per il tuo fisico

 

Le borse sono un accessorio molto importante per le donne, e ognuna ne ha almeno un paio nel suo armadio.

Qualcuna, invece, ne ha a decine. Effettivamente, sono oggetti in grado di stravolgere look semplici e dare un tocco aggiunto anche ad outfit casual.

Oltre all’estetica, poi, che rende le borse così accattivanti e desiderate, un altro fattore importante è la loro comodità. Infatti, praticità e glamour spesso si uniscono in un unico oggetto: la borsa

Ovviamente, sul mercato se ne trovano a bizzeffe, di tutti i colori, i materiali e le dimensioni. Ci sono le borse grandi, quelli mini oppure le misure di mezzo, le borse a tracolla, a spalla, le valigette oppure le shopper, e ancora, le borse di alta manifattura e regine dell’artigianato, in pelle, stoffa o plastica. Insomma, ad ognuna il suo tipo di borsa preferito.

Borsa giusta per donne alte

Se hai la fortuna di essere alta, poi stare già tranquilla perché praticamente ogni modello di borsa si addice al tuo fisico. Se proprio vuoi fare centro, prova a seguire questi consigli.

Con le borse grandi, come shopper o anche zaini, vai sempre sul sicuro, perché solo una fisicità alta può riuscire ad essere equilibrata con borse di grandi dimensioni.

Quanto detto, però, non significa assolutamente che non puoi indossare pochette o borse mini. Queste ultime, infatti, sono in grado di equilibrare la figura, ammorbidendo l’altezza pronunciata ed andando così ad addolcirla.

Borse ideali per figure minute

Al contrario, se sei caratterizzata da una statura non troppo alta esistono modelli di borse ideali anche per sembrare più alte.

Innanzitutto, per la tua figura petite sono sconsigliate le maxi bag. Il motivo è semplice, rischierebbero di mettere in risalto ancora di più la tua altezza. 

borse in pelle di vario colore e forma

Per tali motivazioni, orientati su borse di dimensioni medie o addirittura piccole, che anche se appaiono meno pratiche, sono sicuramente vincenti per la tua fisicità.

Borse per taglie forti

Ci sono poi alcuni modelli di borse che ci permettono di nascondere qualche difetto o addirittura apparire più magre e slanciate.

Ad esempio, la maxi bag aiuta molto a sembrare più snelle e dona equilibrio alla figura. Infatti, soprattutto se si sceglie un modello da portare al braccio, una borsa XL riuscirà a camuffare e far sembrare più piccoli i punti critici di una donna, come i fianchi o le cosce.

Un altro modello che aiuta a sembrare più magre è la borsa dalla forma appuntita. Sebbene sia poco usuale e tipica delle passerelle, niente ti impedisce di indossarne una per tutti i giorni. Queste borse, con forme geometriche ed angoli appuntiti, contribuiscono a far sembrare la figura più affusolata.

Per slanciare la figura, che è un’ottima idea quando si è una taglia forte, invece, la borsa ideale è un secchiello, geometrico e rigido che allunga la figura senza appesantirla. Se poi si sceglie un secchiello che si sviluppa in verticale, l’effetto di slancio sulla propria silhouette sarà evidente ed assicurato.

Se il tuo problema sono i fianchi larghi, ad esempio, dovresti spostare l’attenzione su altre parti del corpo. Per cui scegli modelli di borse da portare attaccate alla spalla oppure tracolle molto corte che attirano lo sguardo sulla parte superiore del corpo.

Invece, se hai un seno molto abbondante, dovresti evitare proprio i manici corti, che rischiano di ingrandire ancora di più la zona del décolleté. In questo caso, puoi optare per borse con i manici lunghi oppure da portare sull’avambraccio. In questo modo l’attenzione sarà spostata dal tuo seno.

21
Settembre
2021

Marsupio rosa su vestito nero e occhiali da sole con scritta "breve storia del marsupio"

Breve storia del marsupio

 

Quando si parla di marsupio, viene subito in mente un particolare accessorio cresciuto di popolarità soprattutto negli ultimi anni. Adatto agli ambienti sportivi ed estremamente pratico, il marsupio è diventato via via un accessorio sempre più curato e adatto anche a situazioni casual.

Ciò che forse non tutti sanno, è che il marsupio è un prodotto vecchio di secoli, e che Florence Leather Market ha saputo attentamente rivisitare per proporlo alla clientela moderna

Le origini

La versione più antica di quelli che furono i primi marsupi risale ai tempi dell’homo sapiens, dove veniva applicata una sacca ad una corda. Col passare degli anni la praticità di questo elemento è stata riscoperta negli anni di guerra.

Adesso come già accennato questo prodotto è tornato in voga, e sebbene a poche persone verrebbe in mente di indossarlo al di fuori di contesti sportivi e gite all’aperto, il marsupio rappresenta in realtà ancora oggi un ottimo alleato per chi non vuole rinunciare alla comodità e apparire all’ultima moda.

I marsupi di Florence Leather Market sono iconici e all’ultima moda prodotti in pelle e realizzati da sapienti mani di artigiani esperti.

Fibbia di borsa in pelle marrone scuro

Prodotti in Italia e assolutamente di alta fattura, il loro design e le loro caratteristiche possono variare profondamente, per meglio adeguarsi alle esigenze di ciascun compratore.

Le caratteristiche 

Sebbene i modelli possano essere diversi, si può comunque identificare alcune principali caratteristiche riscontrabili in ciascun marsupio. Si parte certamente dalla sacca, il “corpo” vero e proprio del marsupio, che può contenere oggetti e a ospitare a sua volta altre tasche, sia interne che esterne. Altra caratteristica fondamentale è certamente la presenza di zip. Un marsupio vero e proprio può possedere dei bottoni, ma non sarebbe un modello completo e pratico senza la presenza di comode cerniere. Ultimo punto fondamentale, ma non certo per importanza, è la fibbia. Sia essa in tessuto che in pelle, la fibbia regolabile rende il marsupio tale.

I modelli proposti da Florence Leather Market hanno chiaramente tanti dettagli e finiture differenti, ma una linea comune che viene ripetuta in ciascuno di essi.

I modelli 

Per la realizzazione dei marsupi, sono stati scelti dei design pratici e confortevoli, oltre che accattivanti e innovativi. Tra quelli più richiesti va certamente menzionato il marsupio a tracolla per uomo in vera pelle di vitello. Disponibile in cinque colorazioni differenti, questo modello presenta tonalità sobrie come il moro, marrone e nero, e altre più estrose e vivaci come l’arancione e il rosso. Caratterizzato da una tracolla in textile da portare su spalla e molteplici zip esterne, questo modello pratico e sobrio rappresenta lo stile moderno accompagnato dalla tradizione (che viene richiamata dal simbolo del giglio metallico in alto). L’interno, completamente foderato in tessuto presenta due tasche, una con e l’altra senza zip. Perfetto per gli uomini sempre in movimento e che necessitano di comfort.

Vieni a scoprire tutti i nostri modelli di marsupio sul nostro shop online FlorenceLeatherMarket.com

 

14
Settembre
2021

Immagine di pellami colorati diversamente

I colori di tendenza per la prossima stagione

 

Per l’autunno/inverno 2021, Florence Leather Market ha prestato particolare attenzione alle tendenze, al fine di creare modelli accattivanti e in linea con i gusti delle stagioni.

Qualità, eleganza e dettagli sono state le parole chiave per lo sviluppo dei nuovi modelli, che sono stati certamente realizzati a seguito di un attento studio per la selezione dei colori.

LE NUOVE TENDENZE

Quando si parla di tendenze, non si può certamente escludere i colori. Quest’ultimi sono un dettaglio importante e non trascurabile.

Quando si acquista un prodotto, sia per necessità che per estetica, il colore è forse una delle prime cose che salta all’occhio. I colori selezionati da Florence Leather Market per le nuove collezioni sono stati scelti con cura dopo attente analisi delle tendenze passate e in base ai gusti dei compratori.

Che stia acquistando una borsa, una pochette, un portafoglio o una valigetta, i colori principali per l’autunno/inverno 2021 sono certamente il blu, l’arancione, il rosso, il lilla, il verde militare, ma anche il grigio e il nero.

Si tratta di tonalità molto differenti l’una dalle altre. Si può quindi scegliere colori vivaci e appariscenti, ma anche

sobri e raffinati. La scelta in base alle proprie esigenze e gusti non è certamente limitata, e quando si parla di pelle, le opzioni sono davvero infinite.

I MODELLI

La pelletteria made in Italy è certamente una delle tante qualità che spiccano, e tra le novità che Florence Leather Market ha da offrire, si possono notare un’ampia gamma di colorazioni, spesso affiancate da forme più o meno articolate.

foto di Pellami di colori vari

Linda, la borsa a mano realizzata da intrecci, è uno degli ultimi modelli più apprezzati per il suo design e raffinatezza. In 100% pelle di vitello, questa borsetta è disponibile in sei colori. Il primo, sobrio ed elegante, è proprio il nero. Perfetto per le serate importanti, questo colore dona stile e finezza. In linea con le ultime tendenza troviamo poi l’arancione e il giallo, tonalità vivaci e allegre; la prima perfetta per il giorno e la seconda per la sera.

Anche lilla, grigio e rosso non mancano all’elenco, in perfetta linea con le ultime tendenze.

La Tote Isla è invece una borsa a mano con effetto trapunta. Morbida e raffinata, le sue dimensioni consentono di portare tante cose con sé. Perfetta quindi per il lavoro, la borsa può essere usata in diverse occasioni della giornata, soprattutto di giorno. Presente in sei colori, il più popolare è certamente il grigio, capace di conferile sobrietà. Adatta all’ufficio e alle personalità più eleganti, questa borsa ha un fascino fresco e innovativo, pur conservando l’eleganza.

Altre colorazioni sono il beige, il tortora chiaro e il nero. Per coloro che desiderano qualcosa di più accattivante, i colori disponibili sono certamente il cuoio e il rosso chiaro.

Un modello profondamente diverso è sicuramente Harper. Uno zaino raffinato ma pur sempre funzionale. Si tratta di uno dei pezzi più richiesti tra le ultime collezioni per via del suo design all’avanguardia. Disponibile anch’esso in sei colori, presenta tonalità calde come il senape, il cuoio e il rosso chiaro, perfetti per il giorno e le occasioni informali.